<

Peter de Henau entra a far parte di SAVOYE per espandere l'organizzazione in Benelux organisation

Dopo oltre 25 anni di esperienza nell’ambito dell’intralogistica, Peter de Henau è entrato a far parte di SAVOYE lo scorso 1° febbraio in qualità di Managing Director Benelux con il compito di espandere l'organizzazione seguendo la nuova strategia del gruppo francese di sistemi logistici e produttore di software per la Supply Chain.

Peter de Henau ha studiato dapprima ingegneria industriale e poi Business Adminsitatiion e Business Development. Fin dall'inizio la sua carriera è stata concentrata sulla movimentazione dei materiali e sulla logistica. Durante gli studi ha lavorato nelle operazioni e nel supporto tecnico dei centri di distribuzione.

Ha iniziato la carriera lavorativa in un’azienda di trasportatori ed è poi passato ad una ditta specializzata in macchine per il confezionamento e progetti logistici. In entrambe le aziende ha ricoperto varie posizioni tecniche/commerciali ed ha potuto fare rapidamente esperienza su molteplici ambiti, sia tecnici che gestionali.

Nel 2000 Peter è entrato a far parte di un’impresa globale nel campo dell'automazione logistica sviluppando ulteriormente il proprio know how nella progettazione e lo sviluppo di magazzini complessi ed automatizzati ed ha avuto modo di apprezzare la sfida della creazione di una soluzione di magazzino che aiutasse realmente i propri clienti a raggiungere i loro obiettivi. In questa azienda, ha assunto varie posizioni lavorative; passando dallo sviluppo commerciale, alle vendite, alla realizzazione di progetti e all'assistenza, fino ad occuparsi di clienti grandi e infine diventare Managing Director del Benelux, dove è stato responsabile dell'intera organizzazione. Questo vasto background gli ha permesso di comprendere appieno il settore logistico di cui ormai conosce ogni processo, dal magazzino al livello dirigenziale.

SAVOYE: internazionale e allo stesso tempo locale

Il recente adattamento della strategia di SAVOYE è una delle motivazioni principali che ha convinto Peter de Henau ad unirsi a questo progettista, produttore e integratore francese di sistemi e software di logistica automatizzata (WMS, WCS, TMS, OMS, EDI). SAVOYE non solo ha annunciato che voleva espandersi a livello globale con un solo marchio, ma anche che intendeva avere una forte presenza locale. Ne sono un buon esempio le filiali di recente costituzione: SAVOYE North America Inc. e SAVOYE Cina. Tutto ciò è completamente allineato alle ambizioni di Peter. Egli spiega: "SAVOYE ha già una presenza nel Benelux, ma è ora di ampliarla in modo significativo. Con le mie conoscenze ed esperienze, intendo creare una forte organizzazione nel Benelux, che non gestisca solo le vendite, ma anche la progettazione tecnica, la gestione dei progetti e l'attività di servizio. "Naturalmente, durante questo processo Peter può contare sul supporto e sulla competenza dell'organizzazione francese, che tra due anni si trasferirà in una fabbrica e in una sede centrale completamente nuove.

La scalabilità è il fattore fondamentale

Oltre ad apprezzare la direzione strategica del gruppo, è stato favorevolmente colpito anche dai sistemi e dalla vasta esperienza di SAVOYE, che considera innovativa nel segmento dei "carichi leggeri" e nella preparazione degli ordini. Peter continua: "La caratteristica più significativa dell'azienda è la capacità di crescere assieme ai suoi clienti. La scalabilità, ad esempio, è un suo punto di forza sia in termini di volume, che prestazioni dei sistemi. All'inizio, le aziende generalmente avviano progetti di automazione su una piccola parte delle loro attività di magazzino. Poi in seguito, man mano che crescono, si espandono con altri sistemi.

Le sfide nel Benelux

Il mercato del Benelux offre un enorme potenziale all'azienda francese, ma allo stesso tempo è anche uno dei più competitivi. Ogni fornitore di sistemi di movimentazione dei materiali punta ad avere una propria presenza.

Peter preferisce guardare alle opportunità. "Ci sono ancora molti magazzini con attività manuali o con un limitato grado di automazione. A volte questo dipende da una concezione a breve termine e forse dal timore dell'investimento che comporta e della sua complessità, ma spesso ciò è causato anche dalla scarsa familiarità con le possibilità offerte dalla scalabilità, sia in termini di soluzione e di investimento che di implementazione di questi sistemi. SAVOYE può aiutare con soluzioni standardizzate e collaudate che crescono con il cliente. A supporto di ciò, dispone della consulenza e della gestione del progetto, fin dall'analisi della fattibilità, oltre che tecnologie innovative e facilmente espandibili, come i trasportatori Plug & Play e le postazioni di lavoro ergonomiche per un picking veloce. Un esempio ancora migliore è dato dal sistema X-PTS con shuttle; adatto non solo alle grandi aziende di maggiori dimensioni, ma anche per le medie imprese ambiziose che desiderano migliorare la propria logistica.

Secondo Peter, questo sistema può essere facilmente incrementato con corridoi, shuttle e/o postazioni di lavoro a scelta, generando un sistema che può essere adattato con precisione alla crescita sia delle esigenze di stoccaggio che dei flussi delle merci, ritenendo che il sistema X-PTS non abbia eguali in termini di prestazioni.

Inoltre, il software costituisce un elemento di collegamento per qualsiasi operazione logistica attraverso le soluzioni SAVOYE: WMS, OMS, TMS, WCS ed EDI.  Ed anche quando si tratta di descrivere queste soluzioni, Peter usa le parole chiave ‘crescita’ e ‘scalabilità’, in quanto il software di SAVOYE può essere implementato sia dai centri di distribuzione manuali che da quelli automatizzati e dai magazzini.

Intanto, nel Benelux, la frammentazione del picking sta crescendo sempre più in ogni settore di attività. Peter ritiene che qui ci siano opportunità, tra le altre cose, anche per le macchine confezionatrici JIVARO, in grado di adattare automaticamente l'altezza delle scatole al contenuto. Questa caratteristica permette di caricare i mezzi di trasporto in modo più efficiente, è risulta molto ecologica a livello ambientale. Infatti, dà modo di ridurre i veicoli in circolazione abbassando il livello di emmissioni CO2 dell'attività logistica.

Infine, Peter vede anche un’opportunità nell'adozione di innovazioni e nell'utilizzo dei Big Data. In un mercato maturo come quello del Benelux, spesso c'è modo di testare prima le nuove idee. Egli prevede che questo sia uno dei primi mercati in cui decollerà davvero la robotizzazione. Ciò è dovuto in parte allo spirito pionieristico, ma anche alla forza lavoro relativamente costosa e difficoltosa da reperire. Anche in questo campo, SAVOYE sta lavorando allo sviluppo di soluzioni standardizzate e convenienti, robot e software.

Nello scarso tempo libero, Peter ama passare del tempo con la sua famiglia. In alternativa, adora fare lunghe e faticose escursioni in montagna.