<

SAVOYE : un unico Brand al servizio dell’intralogistica e della supply chain

Dopo l'ingresso di NOBLELIFT come azionista, SAVOYE incorpora tutti i propri marchi, A-SIS e INTELIS, e le sue competenze e soluzioni sotto l'unico marchio "SAVOYE".

Nel novembre 2018, quando Noblelift si è unita agli azionisti della società, Savoye ha annunciato la sua ambizione di diventare un protagonista a livello mondiale nell'intralogistica e nella supply chain. Al fine di integrare pienamente tutti i propri mezzi e risorse e sostenere l’espansione a livello globale, l'azienda semplifica la propria struttura organizzativa. Dal 1° ottobre 2019, ha quindi riunito le società A-SIS e SAVOYE in un'unica entità: SAVOYE. Prodex, un marchio Savoye focalizzato in sistemi di stoccaggio dinamico, rimane una filiale del gruppo.

Savoye sta adottando nuove strategie organizzative a supporto dello sviluppo internazionale ed ha pertanto deciso di riunire tutte le soluzioni software per la supply chain ed i sistemi automatizzati e robotizzati per l'intralogistica sotto un unico marchio: SAVOYE.

L'obiettivo è quello di fornire ai propri clienti, attuali e futuri, un chiaro e facile accesso ai prodotti e soluzioni Savoye, nonché alla propria struttura organizzativa in tutto il mondo, e in tal senso definire un nuovo corso di sviluppo dell’azienda.

 

Un'offerta integrata, a livello globale, di sistemi e soluzioni intelligenti

SAVOYE unisce così le sue due principali aree di competenza sotto due nuove denominazioni di gamma:

  • Advanced Software: suite software per la supply chain (OMS, WMS, WCS, TMS, EDI), comprendendo le consolidate soluzioni dell'azienda: LM XT, LOGYS, MAGISTOR, LM TMS, LM OMS.

  • Advanced Technologies: sistemi e soluzioni per l’intralogistica, soluzioni goods-to-person automatizzate e robotizzate per carichi leggeri (X-PTS) e carichi pesanti (MAGMATIC); sistemi per l’order picking; macchine automatiche per il packaging (JIVARO, E-JIVARO, PAC 600); sistemi di convogliamento (INTELIS).

"Lo scopo di questa nuova fase è quello di facilitare la realizzazione delle nostre soluzioni attraverso un’unica gestione di progetto, mediante un unico marchio a vocazione globale. I nostri clienti hanno sempre più spesso esigenze di supply chain a un livello globale. Dobbiamo quindi fornire loro una gestione trasversale dei flussi e software in grado di passare dall'ERP al trasporto e di rendere i sistemi e le attrezzature più semplici da integrare. Le nostre soluzioni sono sempre state ‘seamless’, adesso desideriamo che anche la nostra organizzazione abbia questa vocazione attraverso questa convergenza di culture e soluzioni, tutto ciò al servizio dei nostri clienti, dalle PMI alle imprese globali. Questo ci permette anche di organizzarci in modo ottimale per affrontare tutti i nostri mercati a livello internazionale", spiega Rémy Jeannin, CEO di Savoye.

 

Un'organizzazione internazionale al servizio dello sviluppo locale

Per fornire un'offerta intralogistica globale ma vicina ai propri clienti, Savoye annuncia in parallelo la creazione di Savoye North America Inc, negli Stati Uniti sotto la direzione di Paul Deveikis; Savoye China (Shengwo) in Asia sotto la direzione di Zhu Jia e infine Savoye Europe & MEA, guidata da Frédéric Zielinski, avvalendosi dei team multidisciplinari già presenti all'interno di Savoye, esperti in soluzioni software e sistemi automatizzati, rafforzando localmente i team che lavorano a diretto contatto con i clienti.

Queste tre entità avranno un ruolo sia commerciale che operativo nelle rispettive aree geografiche, supportate delle funzioni centrali della società situate in Francia. "Stiamo così rafforzando la nostra presenza in Europa, in particolare in Belgio, Paesi Bassi ed Italia, in Cina così come negli Stati Uniti, un mercato in forte espansione in cui abbiamo riscontrato un notevole successo sin dalla creazione della filiale Savoye Nord America (situata a Philadelphia e Chicago) nel febbraio 2019. Stiamo già raggiungendo i 25 milioni di dollari di ordini ed abbiamo prospettive molto significative per il 2020", spiega Rémy Jeannin.

Inoltre, Savoye continua a distribuire i propri prodotti software e tecnologici mediante partner integratori internazionali attraverso le vendite indirette, gestite dal team Hervé Aubert.

 

Investimenti importanti per sostenere la crescita

Per sostenere questa crescita globale, Savoye ha pianificato diversi investimenti: il primo in termini di risorse umane, dato che Savoye prevede di assumere nel 2020 complessivamente 200 dipendenti in Europa, Cina, e Stati Uniti, dove è in corso un'assunzione di 47 persone per supportare i 30 dipendenti già presenti, pensando inoltre di investire in nuovi edifici.

Negli Stati Uniti, l'azienda sta ultimando l'installazione di un'unità industriale vicino a Chicago nonché di ulteriori uffici. In Francia, saranno presto operativi nuovi locali dedicati ai team di software a Villeneuve d'Ascq, dopo quelli di Lyon Perrache, recentemente trasferiti da Lyon Part-Dieu. Nel 2022, vicino a Dijon sorgerà il nuovo Head Quarter che riunirà la sede centrale e la produzione.

Nell'ambito di tale ambizioso progetto di sviluppo, Savoye, che ha registrato un incremento complessivo del 30% sulle attività totali nel 2019, punta a raggiungere un fatturato di oltre 300 milioni di euro entro 5 anni.

"Vogliamo fornire ai nostri clienti soluzioni intelligenti e innovative, consentendo loro di beneficiare di una maggiore reattività, una presenza geografica più capillare, con l'idea di prendere decisioni il più vicino possibile al sito per facilitarne l'implementazione e il supporto. Il nostro obiettivo? Diventare uno dei principali protagonisti dell'intralogistica: americano negli Stati Uniti, cinese in Cina ed europeo in Europa", conclude Rémy Jeannin